Visconti Mirage FP

La penna stilografica Visconti Mirage FP continua la tradizione della Visconti relativa alle penne dedicate all’arte e ai pittori (Rembrandt e Van Gogh) anche se in questo caso sceglie il concetto del miraggio.

La penna in resina stampata, come le ultime prodotte, monta il pennino nuovo non più proprietario anche se personalizzato Visconti. La misura del pennino si è sensibilmente ridotta rispetto ai precedenti prodotti in house. Anche se rigido si è dimostrato preciso e all’altezza della penna. La gradazione non è più mostrata con la lettera ma con i pallini incisi sopra: un pallino per il fine, due pallini per il medio e tre pallini per il bold.

Rispetto alle consorelle, Van Gogh e Rembrandt, la sezione dell’impugnatura non è più in metallo ma resina stampata come il resto della penna guadagnandoci notevolmente in termini di peso. La sezione è tonda mentre il cappuccio e il fusto, lungo e affusolato, sono sfaccettati. Le sfaccettature creano giochi di luce gradevoli accentuati dai colori delle resine.

Anche la clip del cappuccio è stata rivista e si è ridotta la curvatura. Inoltre il sistema di personalizzazione della penna, denominato my pen system che permette di inserire le iniziali, è stato spostato sul fondo lasciando in vista l’intera struttura metallica del cappuccio.

Il cappuccio, come molte delle penne Visconti, è magnetico e alla sua base c’è una veretta metallica lavorata con la scritta “Mirage”.

La penna monta cartucce Pelikan standard o converter, quest’ultimo non in dotazione.

La prova di scrittura, con pennino medio e il nuovo inchiostro della francese J. Herbin denominato Blue des Profondeurs, è stata una vera sorpresa. Il tratto, decisamente bagnato, è scorrevole e senza false partenze su carta comune. Ideale anche per lunghe sessioni di scrittura e appunti. Fra i pennini in acciaio è sicuramente un ottimo pennino.

Please follow and like us: